Trenini a vento: come l’Olanda intende spingere le sue ferrovie nel medio periodo

By -

Trenini a vento: come l’Olanda intende spingere le sue ferrovie nei prossimi tempi? Ce lo dice VIVENS, JV tra l’equivalente delle FS olandesi e l’equivalente dell’Enel olandese..

Stando ai dati del Ministero dei Trasporti olandese, 1,2 milioni di persone viaggiano su 2800 chilometri di rete ferroviaria. Metà di questa è alimentata da treni spinti da energie rinnovabili ma nei Paesi Bassi hanno deciso che entro il 2018 tutti i locomotori dovranno essere spinti integralmente da energie rinnovabili, in particolare eolica.

È questo l’ambizioso progetto che ENECO, società di Rotterdam operante nel settore dell’energia, in partnership con NS (http://www.ns.nl/), ha portato avanti sottoscrivendo la nascita della joint venture VIVENS.

In un discorso, l’account manager di ENECO Michel Kerkhof ha dichiarato: “la mobilità è responsabile per il 20% delle emissioni di CO2 nei Paesi Bassi e se vogliamo continuare a viaggiare è importante che lo si faccia senza ferire l’ambiente con il particolato. Questa decisione consente ai cittadini olandesi di viaggiare e spostarsi senza limiti, senza inquinare l’ambiente che li circonda”.

Chissà se gli Olandesi la vedono così..

Chissà se gli Olandesi la vedono così..

L’energia rinnovabile arriverà dall’Olanda, così come dal Belgio e da altri Paesi scandinavi. Le due compagnie hanno scelto accuratamente i parchi eolici da cui attingere l’energia, vista la possibilità non remota di un improvviso blackout o calo di tensione. In Olanda, l’energia sarà prodotta nella windfarm di Noordoostpolder e nell’impianto a largo delle coste di Luchterduinen.

Questa nuova spinta verso le rinnovabili è un esempio ed un adempimento importante nel percorso di riduzione delle emissioni inquinanti e dell’utilizzo di carburanti fossili nella produzione di energia L’eolico inoltre non ferma la sua rivoluzione: la Cina sta producendo più energia dal vento che gli Stati Uniti dal nucleare e la Danimarca ha ora abbastanza windfarm per soddisfare buona parte del fabbisogno energetico del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.