Rischio di nuova guerra fredda? Putin: via dagli accordi anti-atomici

By -

Putin: via dagli accordi anti-atomici, rischio di nuova guerra fredda? O di una terza guerra mondiale? Che è successo?

L’acronimo è TCAFE, Treaty on Conventional Armed Forces in Europe: Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa.

Sergei Lavrov, ministro degli esteri di Mosca, in un comunicato ufficiale ha dichiarato che “la Russia ha preso la decisione di interrompere la sua partecipazione alle riunioni del gruppo di consulenza a partire dall’11 marzo 2015”,  mettendo di fatto fine a una delle ultime modalità ancora esistenti con cui partecipava al trattato di sicurezza firmato nel 1990.

Il trattato era un patto pensato per garantire la sicurezza ed evitare che i due blocchi si tirassero testate nucleari l’uno sull’altro. Dmitry Trenin, dell’agenzia russa RIA Novosti, sostiene che dietro la decisione del Cremlino non ci sia una volontà bellica, bensì diplomatica. Con questa rinuncia vogliono far notare un particolare agli europei, mettendoli sotto scacco: un sistema comune di sicurezza, in Europa, non esiste. E come dargli torto?

 

A corredo del comunicato, come ciliegina, il ministero della difesa russo ha detto che impianti di armamenti nucleari potrebbero essere installati nella Repubblica di Crimea, la penisola ucraina oggetto di disputa internazionale e che si è fatta annettere dopo un referendum non riconosciuto da tutti i Paesi.

L’Economist inoltre, in un articolo, segnala come la minaccia nucleare sia la più alta negli ultimi 25 anni: ci sono meno armi nucleari in circolazione, è vero, ma la tensione potrebbe far sì che quelle poche venissero utilizzate; inoltre Corea del Nord, Pakistan, Israele, India, Russia, Cina, UK, Stati Uniti continuano ad aumentare gli arsenali e il loro sviluppo tecnologico, l’Iran ambisce al prezioso missile e tanti altri Paesi, più per gioco che per necessità, stanno valutando programmi nucleari.

 

 

3 Comments to Rischio di nuova guerra fredda? Putin: via dagli accordi anti-atomici

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.