Match Tsipras Portogallo: Lisbona ha pagato, fatelo anche voi

By -

Match Tsipras Portogallo. Lisbona non ci sta al taglio del debito o alla rinegoziazione per Atene: avete avuto condizioni migliori rispetto a chiunque altro, noi abbiamo sudato. Fatelo pure voi.

Tsipras pensava di trovare porte aperte nei Paesi sotto aiuti europei, ma così non è stato. Oggi è in Italia, ma prima che arrivasse a far visita a Palazzo Chigi, Renzi ha subito telefonato alla Merkel, assicurandola che non ci sarà alcun asse mediterraneo contro il debito. Perciò, la Merkel, ha iniziato ad organizzare una squadra contro l’asse mediterraneo.

Ma è dal Portogallo che arriva la sorpresa per le cancellerie tedesche: non hanno usato mezzi termini a Lisbona. Pedro Passos Coelho, primo ministro, il 30 gennaio ha dichiarato:

“ È importante per tutti, nell’unione europea, che la Grecia rispetti gli impegni assunti, in linea con le regole europee, proprio come tutti hanno fatto. Ognuno ha da fare la sua parte: durante gli scorsi 3 anni noi abbiamo fatto la nostra, e quindi possiamo chiedere che anche gli altri facciano la loro.”

Coelho, Premier portoghese

Coelho, Premier portoghese

Un missile del genere, soprattutto da quello che ad Atene si aspettavano come un alleato, colpisce in pieno il tour europeo del neo premier greco e lascia il fianco scoperto alle bordate tedesche. Qualche giorno prima, infatti, Tsipras aveva dichiarato la Troika illegale (politicamente, non giuridicamente) e che quindi poteva tornarsene a casa sua.

La contraerea era stata immediata: “Non ne vediamo il motivo“, chiudeva il discorso Scheuble, ministro delle finanze tedesco.

Coelho ha continuato: “Un set di misure come quello greco non è stato applicato a a nessuno nell’eurozona. Con tutti i limiti e tenuti presenti gli sforzi che abbiamo fatto noi, abbiamo dato il via libera; non dimentichiamoci però che, a differenza dell’Irlanda o di noi, che siamo stati obbligati a pagare tutto secondo le scadenze, la Grecia non paga gli interessi sui debiti contratti. Pagherà a partire dal 2022. Chi ha rispettato i termini e ha fatto passi in avanti per ottemperare alle richieste della UE dovrebbe essere ricompensato, non trattato a questa maniera.”

Tsipras ha dichiarato che nuove sanzioni alla Russia non avrebbero effetti buoni

Tsipras ha dichiarato che nuove sanzioni alla Russia non avrebbero effetti buoni

Il Portogallo quest’anno ha tenuto il suo deficit al 2,7%, sotto il 3%, ha visto il debito calare dal 127 al 125% e aumentare la crescita dall’1 all’1,5% del PIL. La Grecia invece vorrebbe scambiare i propri titoli dandoli alla BCE o al Meccanismo di stabilità finanziaria europeo, ricevendone altri legati alla crescita del Paese. Il titolo decennale ha al momento un rendimento del 10%.

La partita di Tsipras quindi si fa più complessa. Se da una parte l’Unione teme possa esserci la Russia ad aiutare lo Stato ellenico, e farsi garante del suo debito per ottenere vantaggi sulle sanzioni economiche, dall’altra Berlino non ha intenzione di indietreggiare di un solo passo. Il motivo è presto detto: l’austerità o vale per tutti o altrimenti ognuno fa come preferisce. Se alla Grecia dovesse essere dato il via libera per un cut-off del debito (una riduzione nominale, accollando le perdite sugli investitori), allora anche tutti gli altri Paesi sotto controllo potrebbero (e dovrebbero) ricevere un trattamento simile. Ed è l’Italia a fare paura, col suo debito enorme: per cui, benché il clima sia un po’ cambiato, né Junker, Presidente della Commissione Europea, né la Merkel, cancelliera, hanno intenzione di allentare la morsa.

Per fare il punto, la Grecia ha un debito di 318 miliardi di euro, e l’80% è stato fornito dalla triade BCE-FMI-UE, (Banca centrale europea, Fondo monetario internazionale e Unione Europea), cioè la Troika. Il rapporto debito Pil è al 175%. Sul debito contratto con lei, Atene paga il tasso dell’1,25%, che però raddoppia nominalmente visto che il Paese è in deflazione: i prezzi sono calati dell’ 1,24%.

 

5 Comments to Match Tsipras Portogallo: Lisbona ha pagato, fatelo anche voi

  1. Hello just wanted to give you a quick heads up and let you know a few of the images aren’t loading correctly. I’m not sure why but I think its a linking issue. I’ve tried it in two different web browsers and both show the same outcome.|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.