L’OCCASIONE! (PER CAMBIARE DIREZIONE) RENZI NON INVITATO AL SUMMIT DA MERKEL E HOLLANDE.

By -

L’OCCASIONE SI PALESA IN TUTTA LA SUA DUREZZA. L’ITALIA RISULTA UFFICIALMENTE NON INVITATA AL MEETING DEL 28, A CUI PARTECIPERANNO FRANCIA, GERMANIA E ..COMMISSIONE EUROPEA. RENZI NON INVITATO MINIMIZZA DEFINENDOLO “AVVERTIMENTO DOPO LA BUCA DATA ALLA CONFERENZA STAMPA”. AVVERTIMENTO UN CORNO, SI TRATTA DI UNO SCHIAFFONE (diplomatico) BELLO E BUONO, UNA UMILIAZIONE, UN DECLASSAMENTO UFFICIALE A STATO MEMBRO DI SERIE B (Perché ci sono, sì, Stati UE di Serie A e di Serie B). DOPO I SORRISETTI DI MERKEL&SARKOZY, UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ITALIANO RICEVE (DI NUOVO) UNA SONORA BATOSTA.

NON SERVE MINIMIZZARE. OCCORRE AGIRE PER SOSTITUIRE QUESTA GUIDA EUROPEA A TRAZIONE TEDESCA CON UNA A MOTORE MEDITERRANEO.

LA GERMANIA PESA PER 82 MILIONI DI PERSONE, LA FRANCIA 65, L’ITALIA 60. SE PRENDIAMO COME PUNTO DI RIFERIMENTO LA DIMENSIONE DEMOGRAFICA (E NON ECONOMICA, DAL MOMENTO CHE SIAMO IN DEMOCRAZIA), UNA COALIZIONE MEDITERRANEA CHE COMPRENDESSE SPAGNA (46), PORTOGALLO (10), ITALIA (60), GRECIA (10), AVREBBE A DISPOSIZIONE UNA BASE DI 127 MILIONI DI PERSONE DALLA SUA. I PAESI “CORE” (dalla nota di Goldman Sachs ai suoi clienti) CONTANO PER 121 (Germania, Olanda, Finlandia, Austria e Belgio).

LA FRANCIA, PAESE A BILANCIO MEDITERRANEO, SAREBBE LA LEGA (DELLA SECONDA REPUBBLICA) NELLO SCACCHIERE EUROPEO: IL PAESE CHE SPOSTA NOTEVOLMENTE L’AGO DELLA BILANCIA. COME HA FATTO FINO AD ORA, PRONO AL REICHSTAG.

Osare è dovere.

ANSA.it  – Vertice Juncker-Merkel-Hollande il 28, senza Renzi

Vertice Juncker-Merkel-Hollande il 28, senza Renzi

Incontreranno anche la leadership degli industriali europei

Vertice Juncker, Merkel, Hollande, ma senza Renzi. Il presidente della Commissione Ue sarà mercoledì a Berlino per un incontro con la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande. I tre – si apprende dall’agenda di Juncker diffusa a Bruxelles – incontreranno anche la leadership degli industriali europei (Ert).

Al summit non è prevista la presenza del presidente del consiglio italiano. “Il problema è se la Germania accetterà o meno” che l’Italia prenda il ‘posto’ della Gran Bretagna nel gruppo di testa dell’Ue, ha detto il premier, rispondendo ad una domanda del Washington Post sulla possibilità che il nucleo forte dell’Europa sia formato da Francia, Germania e Italia. “Ho grande rispetto per Angela Merkel e Francois Hollande, ma non possiamo perdere l’occasione. Carpe Diem”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.