L’Italia è più esposta della Germania sulla Grecia

By -

Esposizione Italiana Grecia: Il Guardian fa le pulci alla Grexit, cercando di capire come ne uscirebbero i creditori da un default – compito non facile, ma interessante.

Sorpresa! L’Italia è finita più esposta della Germania sulla Grecia, in termini % al PIL. La Germania è il primo lender assoluto, Francia segue (ma loro hanno tratto enormi vantaggi economici prima che la Grecia andasse a fondo, prestando loro soldi) e noi che non c’entravamo niente finiamo esposti con 61 miliardi e mezzo. Ma se rapportiamo la cifra al PIL prodotto, l’Italia balza avanti i due alleati.

In sostanza, hanno chiesto di più a chi aveva meno. Danke!

È curioso notare come i meccanismi di libero mercato (da cui viene anche l’austerity) valgano solo per gli ultimi. Per i primi, se si fanno investimenti avventati, vale la regola del “ci pensano gli altri”. Così la Germania e la Francia, dopo aver sommerso di debiti privati (e dopo pubblici) la Grecia, dandoli a chiunque li chiedesse, quando hanno capito che la barca affondava hanno lasciato la nave in fretta e furia tirando dentro tutti gli altri, PIIGS compresi, su cui poi hanno anche avuto a che ridire coi limiti del deficit/PIL. Esposizione italiana grecia 

È curioso notare come le economie più deboli siano quelle percentualmente più esposte. Avanti a Italia c’è Malta, Estonia, Portogallo, Spagna. Questo è un segnale di come i PIIGS siano internazionalmente deboli (ma soprattutto, europeicamente deboli, se passate il termine), e di come – nel nostro caso – il peso politico tricolore sia nullo, nettamente inferiore a quello di Hollande, che gode delle simpatie di Angela, e dei francesi, che si trovano un Paese che ha il doppio delle pecche del nostro (ma anche il doppio delle multinazionali) e gode di immunità diplomatica.

Collegamento permanente dell'immagine integrata

La Grecia poi è indebitata con tutta una serie di istituzioni che lascia sorpresi.

I tre principali creditori, UE, BCE, FMI, detenevano al 2014 oltre il 75% del debito totale Greco, la cui maggior parte è a sua volta nelle mani dei governi europei. I Paesi detentori, quindi, sono “direttamente esposti al default risk, tramite finanziamenti che hanno versato al EFSF (Fondo Europeo di Stabilità Finanziaria), che a sua volta li ha erogati alla Grecia”. Per inciso, l’esposizione complessiva tra i prestiti bilaterali e i finanziamenti dell’EFSF è di 195 miliardi, oltre il 60% del debito greco.

Poi c’è il programma SMP, Securities Markets Programme della BCE, per un valore di 28 miliardi. Le banche greche hanno preso prestiti per 80 miliardi di euro, tramite il meccanismo ELA (Emergency Liquidity Assistance).

 

Sembra tuttavia che Tsipras verrà a patti con la Troika, con misure più leggere, e la Troika verrà a patti con Tsipras, visto che non è interesse di alcun giocatore che la partita finisca in default.

 

 

link: Guardian

3 Comments to L’Italia è più esposta della Germania sulla Grecia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.