Il Paese dove un iPhone costa 47,678$ (e probabilmente rincarerà)

By -

Il petrolio ai minimi dà sicuramente una mano all’Italia e all’occidente a ripartire. Prezzi bassi vogliono dire più risorse da destinare a cose più utili. Però a prezzi bassi, se si accompagnano vantaggi per alcuni, si accompagnano svantaggi per altri. Cioè per i Paesi Esportatori.

Il Venezuela ha visto calare le sue entrate petrolifere del 50% e soffre di una crisi valutaria e di inflazione molto forte. Così forte che trovare un telefono come un iPhone è praticamente impossibile. E l’inflazione, attestata al 69% nel 2014, è prevista arrivare al 200-250% nel 2015 con l’aggravarsi della situazione. Dalla stessa causa, però, di nuovo, noi ne traiamo un vantaggio.

Articolo fatto da Patricia Laya, tradotto

Maria Veronica Fernandez ha girato ben otto negozi a Caracas per mettere il suo nome su una lista d’attesa per un telefono che nemmeno gli piace. inflazione venezuela

Dopo che è stata derubata del suo Galaxy S4 a maggio, Fernandez, 24enne, si è imbarcata in questa avventura ormai familiare ai venezuelani, che vivono nel Paese col più alto tasso di inflazione,

SCOPRI!

TOP 10 PAESI PER INFLAZIONE

carenza di cibo ed escalation di crimini.

“È la stessa situazione, tremenda, di quando ti serve per esempio la carta igienica”, dice la ragazza. Dopo qualche settimana di attesa ha comprato un Galaxy Fame, meno sofisticato, ma “sicuramente meno doloroso da perdere rubato!”. inflazione venezuela

Dimenticate i top di gamma: la mancanza di scorte di magazzino in Venezuela è drammatica e l’essere a corto di dollari per comprare merce all’estero (come i telefoni) rende le cose più difficili. Quest’anno saranno venduti solo 4,9 milioni di telefoni, dicono le ricerche di Pyramid Research. 46% in meno rispetto al 2012, quando se ne vendevano 9. I numeri, che fanno rabbrividire, sono un’anomalia nel Sud America, che segna una crescita annua del 4%, secondo eMarketer.

Il Paese ha problemi per pagare l’import di beni di prima necessità, figuriamoci i mobile. Questo perché il 95% dell’export venezuelano è composto da petrolio e i prezzi calati del 50% hanno fatto un buco enorme.

Riparazioni, Pezzi

Eduardo Eckholt, proprietario di Celular Premium, un negozio nel centro commerciale Paseo Las Mercedes di Caracas, dice che è complesso rifornire la vetrina di ultimi modelli. “Ora si ripara e si vende usato”.

[..]”Se hai un bel telefono, e lo mostri per strada, goditelo appieno, perché dopo 2 giorni te lo ruberanno per la strada”, dice Tina Lu, senior consultant a Counterpoint, in Buenos Aires. “E se ne vuoi comprare uno, beh, ti costerà!”.

Controlli valutari

I costi sono esasperati anche dall’inflazione galoppante. Il tasso annuale a dicembre è stato del 69%, dati della banca centrale.

[..] Fernandez ha pagato 17 mila bolivars per il suo Fame 3G, circa 2700$ al tasso di cambio. Per metterla in un’altra ottica, molto venezuelana, 17 mila bolivars equivalgono a 2,3 mesi con il salario minimo a Caracas.

Il paese ha mantenuto un forte controllo sulla valuta sin dal 2003. Ma con l’inflazione che accelera al tasso più veloce al mondo, i cittadini trasformano tutto in dollari appena possono per tenere al sicuro i risparmi.

Alcuni venezuelani tentano di utilizzare un assegno annuo, fissato dal governo, per ottenere dollari in uno dei cambi ufficiali per acquistare cellulari attraverso siti come Amazon.com, secondo Lu. I tassi ufficiali sono 6.3 e 12 bolivar per dollaro e sono in genere per beni di prima necessità autorizzati dal governo, tra cui cibo e medicine. inflazione

Eppure, sempre il governo, ha chiuso i rubinetti non appena il petrolio è calato, il che significa che ci sono meno dollari in giro. E questo, unito a una carenza di scorte, ha reso i telefoni cellulari ultra-hot. L’Apple iPhone 6 si vende per circa 300.000 bolivares ($ 47,678) a su un sito di e-commerce Mercado Libre locale, circa 41 volte il minimo. venezuela

Il governo ha introdotto un terzo tasso di cambio a 196,95 bolivars per dollaro per coloro che non erano in grado di accedere alle aliquote preferenziali. Molte persone, infatti, alimentavano il mercato nero, le cui quotazioni ufficiose sono di 456 per dollaro. Ciò porterebbe il costo di un iPhone6 a 658$. Recentemente, il Bolivar è collassato nel mercato nero, raggiungendo la soglia di 279 per dollaro. Per molti venezuelani, comunque, gli smartphone sono quasi un lusso.

Grave carenza di beni e criminalità

La mancanza di dispositivi è così tremenda che la disponibilità è spesso limitata a due o tre negozi in tutta la capitale. Gli ultimi iPhone sono di fatto impossibili da trovare, quelli reperibili sono tutti cinesi o al massimo coreani (Samsung o LG).

[..] Il fatto che questi beni non si trovano non fa che far fare affari alla mala: in Chacao, un quartiere di Caracas, il reato più diffuso è il furto di telefono. Viene spesso fatto da malviventi su moto; l’ultimo anno sono stati segnalati 240 ladri, da giugno a maggio. “Solo da giugno a maggio!” dice Rubel Vasquez, vice-capo di polizia. “Il numero vero però è enormemente superiore, visto che non tutti i reati sono segnalati”.

“Anche a me è successo, appunto, e l’unica cosa che puoi fare, qui, è accettarlo” dice Maria Fernandez; “Fa un po’ schifo”.

Risultati immagini per venezuela inflazione

fonte: bloomberg.com

 

1 Comment to Il Paese dove un iPhone costa 47,678$ (e probabilmente rincarerà)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.