Come risolvere evasione fiscale immobiliare

By -

L’evasione fiscale in Italia si compone di tante sfaccettature.

C’è quella al dettaglio, la più diffusa per ovvi motivi, e qui è stato spiegato come risolverla velocemente e in modo indolore, senza dare adito a populismi o controlli a tappeto, instaurando un rapporto di terrore col contribuente.

C’è quella delle grandi multinazionali, che spostano i ricavi in Paesi dalla tassazione agevolata o con cui hanno stretto accordi segreti (Luxleaks, per esempio, ma l’Europa è piena di questi casi, solo nascosti).

C’è l’evasione dei professionisti, che fanno “sono 350 con fattura, 280 senza”.

C’è l’evasione dei politici, quelli che “non sapevo evadessi le tasse. L’ho fatto alle mie spalle“.

E poi c’è quella immobiliare, cioè degli affitti non regolari. Delle locazioni date senza registrazione a canoni in nero, che non danno alcuna garanzia agli inquilini e ai proprietari.

L’evasione degli affitti in Italia è un fenomeno diffusissimo. Io ti affitto la casa a 50 euro il mese in meno e tu non chiedi la fattura. Molto facile, efficiente e pulito. Il fenomeno è così diffuso che le stime non sempre riescono a delineare il fenomeno e si è preferito delegare agli inquilini il lavoro sporco piuttosto che all’amministrazione, tramite vantaggi molto grossi in caso di denuncia all’autorità finanziaria.

Se uno ti affitta a nero e tu lo denunci, ottieni di stare in quella casa per diversi anni e al canone concordato (quello pubblico, non quello concordato da te col proprietario), quindi molto basso.

Tuttavia questa opzione è stata sfruttata molto poco dagli inquilini.

Probabilmente c’è stata la paura di fare qualcosa di profondamente inutile e controproducente. Che cambia se tu denunci l’affitto? Ok, hai lo sconto, ma i prezzi da pagare quali sono? Ti metti contro delle persone, ti esponi a rischi che non conosci, alla fine l’affitto l’hai concordato col proprietario, quando hai accettato lo hai fatto perché andava bene. Meglio continuare così. Meglio tenersi la denuncia come extrema ratio per un diverbio, per esempio.

E intanto nessuno dichiara l’affitto.

Nel 2009 risultavano in nero 2 affitti su 5, il 40% delle locazioni secondo la Guardia di Finanza. Un’evasione stimata intorno ai 3,5 miliardi, tenuto conto della volontà di minimizzare il fenomeno da parte delle amministrazioni. Nel 2013 un dossier segnalava come giusto gli studenti in nero facessero evadere un imponibile di 1,5 miliardi, con un ammanco di 350 milioni all’erario. È stata introdotta la cedolare secca, che è stata un flop. Chi aveva gli affitti dichiarati ha optato per la cedolare, riducendo il carico fiscale, tante grazie, chi affittava in nero ha continuato a farlo.

Risulta allora evidente la necessità di un approccio differente alla materia. Ripartiamo dalle basi: in che occasione il locatario e il locatore possono voler dichiarare i redditi immobiliari conseguiti al fisco?

Quando entrambi ottengono vantaggi o quando i rischi che si accollano evadendo sono troppo grossi per i vantaggi. Logico, è il payoff.

Vantaggi per chi affitta

Che vantaggi può avere uno che affitta a dichiarare quanto guadagna? Ci paga le tasse, è qualcosa di negativo. Il vantaggio di evadere allora è molto alto: si risparmia sull’imposta, che è almeno il 23%.

Abbassando l’aliquota di imposizione, automaticamente diminuiscono i vantaggi dell’evasione. Ponendo un’aliquota standard più bassa dell’attuale, o dando la possibilità di optarci, il peso fiscale sugli affitti può diminuire.

Poniamo un’aliquota al 19% per gli affitti.

Svantaggi per chi affitta in nero

Poi ci vorrebbero pene maggiori per dissuadere le persone dal farlo. Per esempio, ipotizzare che se fosse trovato ad affittare senza registrazione, al proprietario subentrerebbe l’amministrazione finanziaria nella gestione dell’immobile (che diventerebbe usufruttuaria) finché non fossero colmate le mancate entrate legate all’evasione, e al proprietario, oltre a spettare comunque le spese di manutenzione straordinaria, potrebbe essere imposta una multa pari al 150% dell’importo evaso.

Sono delle belle rogne.

Vantaggi per gli inquilini

Agli inquilini bisogna dare un vantaggio per scegliere di dichiarare l’affitto. Molto semplice: sia detraibile dalle tasse, e qualora non lo fosse, per gli incapienti il credito d’imposta potrebbe essere versato ogni novembre. Così le persone avrebbero un vantaggio estremo a chiedere la ricevuta dell’affitto: ti diminuisce il canone!

L’aliquota di detraibilità sarebbe variabile di anno in anno, entro un range prestabilito, poniamo dal 5 all’10%, che varierebbe ogni anno. Così chi volesse affittare in nero non saprebbe quantificare precisamente il vantaggio ottenibile dall’inquilino; Ogni anno il Ministero potrebbe pubblicare l’aliquota e iniziare a rendicontare i debiti verso i contribuenti e prepararsi a pagarli.

 

Svantaggi per gli inquilini

Non prevederei svantaggi per gli inquilini, perché uno svantaggio farebbe loro più conveniente l’affitto a nero. Quel che vogliamo evitare.

 

Questa manovra potrebbe pagarsi da sola e anzi, liberare risorse per l’erario. Infatti, abbassando l’aliquota si diminuirebbero le risorse in entrata dal singolo, ma aumenterebbero quelle degli inquilini nuovi registrati. Pagare meno, pagare tutti. Inoltre la Guardia di Finanza potrebbe fare controlli sulle case che risultano sfitte da più di qualche anno, per invogliare la transizione dei contratti, tramite indagini veloci. Che so, vi vestite da postini e suonate al campanello. Se apre uno, gli prendete nome e cognome, vi fate dire dagli inquilini accanto da quanto tempo ci stanno e date il bel servito al proprietario. Molto in stile far west.

Le questioni dell’evasione fiscale nell’immobiliare non finiscono qui e da sole non portano enormi benefici all’intero sistema. C’è un sacco di abitazioni costruite e mai registrate (!) che evitano le tasse immobiliari, e che sottraggono risorse e le usano in modo inefficiente. Anche questo andrà risolto. È un percorso per migliorare il nostro Paese.

Questo sugli affitti è solo un segno, un passo. Ma se non si fanno, non si farà mai alcun un percorso.

5 Comments to Come risolvere evasione fiscale immobiliare

  1. I think this is one of the most important info for me. And i am glad reading your article. But wanna remark on few general things, The web site style is ideal, the articles is really excellent D. Good job, cheers ecfdkkdkbdce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.