Come rendere più sicure le autostrade di notte

By -

Come rendere più sicure le autostrade di notte (e le strade normali, anche), illuminandole, senza però spendere un euro in bolletta?

In Olanda, Paese dalle mille trovate, hanno avviato un progetto pilota che consiste nello scavare nell’asfalto tre linee e riempirle di materiale fluorescente. Così facendo, dicono, durante il giorno questa sostanza assorbe luce, la notte la rilascia disegnando la strada da percorrere all’automobilista, riducendo così lo spreco di elettricità e l’inquinamento luminoso.

Il progetto è una collaborazione tra l’artista Daan Roosegaarde e la società di ingegneria Heijmans. La società ritiene che questa sia una buona alternativa a tutti i posti in cui non ci sia illuminazione stradale.

 

 

L’illuminazione stradale è importante, e questa soluzione a mio avviso avrebbe enorme effetti sulle autostrade. Nelle strade locali sarebbe un discorso differente, perché l’illuminazione ha anche una funzione di sicurezza in caso di problemi notturni.

 

In un’ottica di auto autonome, inoltre, linee luminose e ben visibili potrebbero velocizzare i processi di transizione e capacità di leggere l’asfalto da parte dei software di guida. In Italia potrebbe essere sperimentata su strade poco illuminate (al Sud, per esempio), o nei nuovi tratti autostradali in fase di ristrutturazione. Funzionasse, sarebbe una novità di enorme portata per costi, sicurezza e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.