Arrivano i robot! 60000 (sessanta mila) licenziamenti alla Foxconn, la società che produce gli iPhone in Cina

By -

Licenziamenti alla Foxconn: Con una popolazione in crescita (nel mondo) e l’avvento delle macchine il rischio di trovarsi di fronte ad un luddismo 3.0 di dimensioni globali è reale.

In Taiwan la società che produce iPhone ha licenziato più del 50% della forza lavoro (60 mila operai su 110 mila, quasi il 55%) sostituendoli con bracci meccanici più veloci, più precisi, più efficienti. licenziamenti alla foxconn

Come reagiranno aree ad intensissimo uso di lavoro come la Cina e il sud est asiatico nella transizione verso l’automazione, quindi con esodi forzati dalle multinazionali manifatturiere? E l’Europa? licenziamenti alla foxconn

Foxconn sta sostituendo 60.000 lavoratori con i robot

di , Diario di Vic

Foxconn è uno dei più grandi produttori di elettronica a livello mondiale e il fornitore per Samsung e Apple. L’azienda ha recentemente investito nella produzione automatizzata sostituendo 60.000 operai con i robot. Dal momento che i profitti sono più alti con un minor numero di operai, i dipendenti della società sono stati ridotti a 50.000 da 110.000.

Questo riduce molto il costo del lavoro. Ma Foxconn ha negato il fatto che i robot riducano il lavoro umano e ha detto che stava lavorando per più intense attività di produzione automatizzati già da qualche tempo.

Foxconn sostiene che utilizza la robotica per “sostituire le operazioni ripetitive in precedenza fatte dai dipendenti” e in questo modo permette agli stessi dipendenti di impegnarsi in compiti più importanti nel processo di produzione, come il controllo di qualità e R & S. licenziamenti alla foxconn

Robot sostituiti 60.000 lavoratori a Foxconn

“Hey ciao, lo sai che noi robot siamo meglio di voi?”

“Continueremo a sfruttare l’automazione e la manodopera nelle nostre attività di produzione e ci aspettiamo di mantenere la nostra significativa forza lavoro in Cina”, ha detto Foxconn.

Foxconn è una delle 35 società di Taiwan che hanno speso milioni più di $609 milioni (o 4 miliardi di yuan) sull’intelligenza artificiale nel 2015. La maggior parte di queste imprese impiegano migliaia di lavoratori a Kunshan, dove i 2/3 dei 2,5 milioni di persone sono migranti. Ora circa 600 aziende in Kunshan hanno in programma di seguire l’esempio di Foxconn secondo un sondaggio del governo.

Un rapporto 2012 da Fair Labor Association ha dimostrato che le condizioni nei impianti di produzione Foxconn sono sotto gli standard di legge. La società a fianco di Apple ha accettato di investire in esse per migliorare le condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.