Ah già! UK al voto il 7 maggio: GUIDA PRATICA – cambio di governo?

By -

Ah già! UK al voto il 7 maggio: GUIDA PRATICA PER CHI HA POCO TEMPO 

Downing St. rischia di cambiare inquilino. David Cameron, primo ministro inglese, si trova ad affrontare le elezioni il 7 maggio, tra qualche giorno. Qui c’è la guida pratica ai candidati. Non saprete precisamente i loro programmi, ma almeno conoscerete le facce.

È una corsa a 3, più 1 incomodo che potrebbe sparigliare le carte in tavola: il rappresentante dell’UKIP.

David Cameron guida il governo e rappresenta il partito conservatore, al momento al governo, i Tories (destra). Ha vinto le elezioni nel 2010, e intorno a fine 2014 ha subito un forte calo dei consensi. Tuttavia, essendo i dati dell’economia migliori delle aspettative, gode di una crescita nei sondaggi piuttosto interessante. C’è da dire che gli inglesi sono strani: una volta subì un calo netto nei sondaggi perché ad un incontro si presentò con un calzino bucato.

David Cameron

David Cameron

 

Dalla parte opposta, troviamo Miliband, Ed Miliband, che guida il partito dei Laburisti, la sinistra inglese. Fu sconfitto alla scorsa tornata elettorale e ora si ripresenta puntano su punti differenti, in materia di UE, economia, integrazione, immigrazione, spesa pubblica. Al momento è in testa nei sondaggi.

Ed Miliband

Ed Miliband

Nick Clegg è invece a capo del Partito Liberal Democratico (Lib Dems)

Nick Clegg

Nick Clegg

È alleato di Cameron al governo, è vice Primo Ministro ed è il leader del suo partito. Sfortunatamente è in caduta libera nei sondaggi e i suoi voti non serviranno a molto, probabilmente, dopo le elezioni, viste le proiezioni. Bloomberg invece lo ritiene molto affidabile, ma sconta gli scandali che hanno coinvolto il suo partito sui finanziamenti illeciti.

Ed eccoci arrivati al cavallo pazzo, che queste elezioni probabilmente consacreranno e che cambierà in maniera forte l’atteggiamento dell’Inghilterra verso l’europa:

Nigel Farage – United Kingdom Indipendence Party

 

Farage

Farage

A strasburgo Farage fa parte dello stesso gruppo del Movimento 5 Stelle. Alle elezioni Europee ha avuto un exploit in Inghilterra, benché avesse tratti profondamente nazionalisti. In tema di immigrazione (italiani, si riferisce anche a noi) è molto duro e assume posizioni che la Lega Nord sposerebbe seduta stante. Recentemente ha avuto una flessione nei sondaggi per alcuni scandali legati ad esponenti noti al pubblico. Le posizioni sono estreme (cancellare il welfare pubblico, chiudere le frontiere, uscire dall’UE, la BREXIT)

 

Quel che sorprende è l’imprevedibilità di queste elezioni, con le conseguenti geometrie post-voto necessarie per avere un governo. Alcuni sondaggi danno un quinto partito, il Partito Indipendentista Scozzese, come ago della bilancia per le prossime elezioni.  Quel che è certo è che entro metà mese avremo tutte le risposte del caso.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.